lunedì 12 giugno 2017

Menù baby: un problema mondiale (iperbole ndr)

Da qualche giorno mi trovo a Mykonos con piccola iena al seguito.
Anche quest'anno torniamo nella nostra amata Grecia, in un'isola nuova a tutti, tranne che per Franci che qui fece l'ultima vacanza devasto con gli amici( io in quella stessa estate girovagavo a Santorini con le amiche), e proprio in Grecia iniziò il nostro destino insieme.
Si è dimenticato di dirmi il fanciullo o forse al tempo aveva altre priorità , della totale assenza di negozi di frutta e verdura. 
Pure nel paesino centrale, vendono tutto tranne che la base della nostra alimentazione.
Io qualche vasetto di sugo pronto e pastina me lo sono portato ma preferisco di gran lunga dare a Piccola iena la possibilità di provare la meravigliosa cucina greca così buona e così sana... l'anno scorso a  Corfù, pur con la costrizione di doverle preparare le pappette, avevo la possibilità di reperire verdure e frutta che frullavo essendo l'appartamento dotato di frullatore... quello sì che era un posto kids friendly.
Ma, visto che ormai la bimba mangia di tutto, scegliamo per lei le stesse nostre opzioni.
E in ogni ristorante, si sa, c'è il menù baby.
Prima di oggi non mi è mai capitato di imbattermi in queste simpatiche parole, la bambina ha quasi sempre mangiato a casa, salvo la pizza o una pasta al sugo.
In Liguria l'hotel preparava quello che chiedevo io e anche in Emilia-Romagna avevo più opzioni.
Ma il menù baby qui consiste in Hamburger con patatine fritte, pasta al sugo o alla carbonara( in Grecia!!!!!) e poco altro. Adesso che ci penso è lo stesso che trovi in Italia in qualsiasi ristorante e ho sempre scelto la pasta al pomodoro, il male minore.
Va bene forse per una sera ma ... tutta la settimana?possibile che i bambini non apprezzino altro? Si parla sempre di educazione alimentare e poi queste sono le proposte?
Io non sono un'integralista, Sveva mangia tutto quello che vuole ( nel limite del ragionevole)però più banalmente mi chiedo ma se alla creatura gli proponi 'sta sbobba per un periodo prolungato, riesce poi a non avere problemi intestinali ( se è un problema fastidioso per gli adulti figurarsi per i piccoli)???
In questa vacanza non avendo ad una portata ragionevole un supermarket dove  trovare materie  prime da cucinare mi sto affidando molto ai ristoranti convenzionati al nostro studios ( insieme di appartamentini).
Decisamente ho trovato nel menù per gli adulti piatti più adatti ad una bambina di 20 mesi.
Ho scoperto che il polipo sulla crema di fagioli le piace tantissimo e anche le polpette di zucchine o un ottimo risotto con verdure e formaggio fresco.
Solo una volta fino ad oggi ho trovato nel menù baby un piatto con pesce, verdure e riso, ero già galvanizzata da non dover chiedere una mezza porzione come faccio quando pesco dalla parte degli adulti,ma ecco che  il cameriere si premura di avvisarmi che il pesce è, ovviamente, fritto! E ti pareva...
Insomma, assolutamente bocciata la tipologia di piatti pensati per i bambini, non ci vuole molto per studiare qualcosa di più adatto.
Sarà mio interesse da oggi in poi, verificare, quando ne avrò occasione se solo io sono stata sfigata a trovare solo questo genere di offerte o se è diventata una pratica comune, proporre ai bambini solo cibi poco sani.
Qualcuno ha esperienze da condividere?
Io per il momento boicotto nella maniera più assoluta il menù baby.
( immagine presa dal web)