sabato 4 marzo 2017

Quello che non ho...la pazienza

Sono mesi un po' duri per noi, così duri che fatico a trovare le parole per descrivere il turbine di emozioni che sto vivendo. 
Sveva ha fatto tanti progressi, indica quello che vuole, interagisce molto di più ed è sempre più pagliaccietta, ma ancora la parola latita... a volte dice "mamma" e ha iniziato a dire "meme" quando cerca il ciuccio, è particolarmente attratta dalle costruzioni e dai travasi.
Su consiglio della pediatra l'abbiamo inserita al nido, ci piace moltissimo e le sue maestre sono molto carine, solo che non c'è settimana in cui non si prende una malattia diversa e sono circa 2 mesi che non dormiamo, adesso per esempio vengo da due notti insonni di fila, causa raffreddore fortissimo.
Insomma, stanchi durante la settimana tra lavoro e notti insonni e distrutti durante il weekend perché non riusciamo mai a far nulla di carino e la cozzetta non si stacca neanche un secondo.
La cosa peggiore in assoluto che mi fa davvero impazzire e che non riesco a sopportare è il suo subire continui attacchi: mentre dormo mi infila le dita in bocca, nel naso, mi tira calci e si muove talmente tanto che non mi permette mai di dormire più di 30 minuti a fila nelle notti da incubo e durante il giorno vuole solo accomodarsi in braccio.
Sono uno straccio e sopra ogni cosa il fatto che ancora non parli mi preoccupa tantissimo visto che a causa del parto dobbiamo essere seguiti dalla neuropsichiatra e che ogni ritardo sulla tabella di marcia mi scatena una paura colossale anche se avendo oggi avuto rassicurazioni a riguardo sono decisamente più tranquilla.
Non è facile per me  gestire tutto questo: 
La stanchezza cronica, la preoccupazione e allo stesso tempo vivere con gioia il mio tempo con lei, fortuna che di progressi importanti ne abbiamo fatti!
Ma, sinceramente ,non pensavo fosse così dura e prego di trovare la pazienza per lasciarla vivere serenamente rispettando i suoi tempi e le sue caratteristiche perché non voglio trasmetterle la mia apprensione.
Non sempre si può ridere e sdrammatizzare riguardo alla maternità,
A volte è tutto maledettamente difficile.
E l'unica cosa che ci tiene su è l'amore che proviamo per loro.