venerdì 29 gennaio 2016

Noodles di riso con verdure

Non mi posso definire vegetariana ma almeno 10 pasti alla settimana non prevedono l'utilizzo della carne. Mangio il pesce e ogni tanto il pollo più quando non so proprio resistere il mio amato salame, mi fa impazzire non riuscirò mai ad eliminarlo definitivamente.
Detto questo alterno più o meno sempre gli stessi piatti: zuppe, mousse di verdure da mangiare con il pane, torte salate, paste,risotti e seitan ogni tanto.
Così, un po' presa dalla noia,ho deciso di darmi ad una cucina che amo molto e che Francesco adora: quella asiatica.
Ormai la maggior parte dei supermercati dedica uno scomparto al cibo etnico, di solito è quasi sempre junkfood ma a questo giro ho trovato dei semplici noodles di riso e mi sono convinta ad acquistarli.  Li ho preparati con le verdure: piattoni, cipolle, champignon e carote. 
I primi vanne sbollentati in acqua bollente per circa 8/10 minuti poi vanno fatti saltare nel wok indispensabile per questo tipo di ricette, tagliandoli in diagonale e le carote come tante matite( non mi sovviene metafora migliore). L'importante è non esagerare con la cottura devono rimanere croccanti e vanno fatte saltare e condire con olio evo, salsa di soia e io ho aggiunto del curry.
Per la pasta vanno seguite le istruzioni sulla confezione. Il risultato è stato notevole e l'esecuzione assai facile.. Spero presto di poter trovare la ricetta del nostro piatto thai preferito!!

mercoledì 27 gennaio 2016

Insalata di finocchi

Oggi vi propongo un'insalata di finocchi crudi.
Dopo aver tagliato i finocchi a pezzettini fini aggiungete del tonno, dei capperi, delle olive e dei pomodori secchi e qualche pezzettino di carota alla julienne...et voila' piatto finito!

I finocchi sono diuretici e aiutano a sgonfiare e a mantenere la linea.

martedì 26 gennaio 2016

Certezze andate a farsi benedire


Nelle persone ho sempre ammirato la coerenza, chi nella vita resta fedele alle proprie idee.
Poi sono diventata mamma e ho capito che a parte gli ideali politici e la squadra del cuore tutto si può cambiare e per dirla tutta ultimamente anche rimanere leale al partito scelto e alla squadra è una faticaccia, (sono milanista)!
Tornando a noi ecco le mie certezze, i miei"io non farò mai" andati a schiantarsi nel giro di 4 mesi:
1) Io non  farò mai dormire nel lettone mio figlio... Poi ti ritrovi  una bambina che dorme 4 ore non di fila su 24 e non hai  il tempo ma soprattutto la voglia di sottrarre minuti a trovare una strategia per buttarla nel lettino, proprio non ti passa neanche per l'anticamera del cervello... Se ne riparla quando le 4 ore saranno almeno tutte di fila.
2) ... Quella che parla solo di figli. certo, prima di ammorbare l'intero paese con le mie notti insonni, prima di chiedere a tutti dei rispettivi figli ( mai farlo, MAI!!!!), di qualche sonnifero di contrabbando o di qualche metodo ceceno  sulla nanna. Ma come avrete capito, visto che le mie ricettine e i miei propositi eco sono sepolti da un po',anche voi cari lettori, sapete che sono ormai monotematica.
3)... Quella che non esce più di casa. In questo devo dire che cerco quando posso di avere uno straccio di vita sociale ma la piccola non apprezza, so che piange e quindi ho molto limitato o mi alterno con il padre ... Ma soprattutto la mia idea di felicità, che ve lo dico a fare, è tutti fuori e io nel lettone svenuta.
4)Per finire, tasto dolente... Quella che si trascura. Ebbene sì sono ingrassata, sfatta, vestita male e non me ne frega più di tanto... Meglio dire che mi rode ma al momento ho troppi pensieri. La mia beauty routine consiste nel farsi la doccia mentre canto per lei. La sua prevede bagnetto con movimenti rilassanti nell'acqua, massaggio con olio bio,crema viso più manicure e pedicure.


domenica 10 gennaio 2016

Paraspifferi

Rieccomi...dopo un po' di latitanza, con un progetto di riciclo per la casa facilissimo: un paraspifferi per porta.
Occorrono un paio di vecchie collant, magari smagliate o rovinate, e una vecchia felpa o un vecchio maglione, infine un fiocchetto per decorare.
Realizzare il paraspifferi e' semplicissimo basta mettere in ogni gamba dei collant un pezzo del maglione arrotolandolo in modo che riempia equamente tutta la gamba, da ultimo chiudere con il fiocchetto decorativo in corrispondenza della vita dei collant.

domenica 3 gennaio 2016

4 mesi: lasciate ogni speranza voi ch'intrate

Così disse Dante nel terzo canto, così dico io alla fine di questo terzo mese e inizio  del quarto.
Niente, nel mese di dicembre ho dormito per intero due notti, per almeno 6 ore di fila e dignitosamente altre tre. Il resto una tragedia.
E no, non scambia il giorno per la notte perché in tutto dormirà 2 orette e solo se la portò in giro in carrozzina.
Dire che sono disperata è dire poco perché oltretutto da questo mese non vuole stare più con nessun altro, nemmeno dai nonni a cui l'ho lasciata dai primi giorni per abituarla a non stare sempre con me, quindi non posso neanche recuperare.
Proprio non capisco dove sbaglio, se sbaglio o se devo accettare la cosa come se fosse normale e non ci fosse possibilità di uscita .
La pediatra ha provato a darmi delle gocce di melatonina ma su di lei hanno avuto l'effetto opposto, quella notte ho dormito mezz'ora.
Da lì ho capito che dovevo smettere di cercare di farla dormire e piuttosto accettare la triste realtà.
In questi giorni ho elaborato un'altra tecnica: basta metodi, basta libri, basta consigli.
Aveva cominciato a due mesi a saltare le poppate notturne? Adesso le ha riprese ed è inutile evitarle.
Vedremo come va, tremando all'idea dei denti in arrivo e soprattutto delle novità che ci aspettano a partire dal mese prossimo.
Io sono fisicamente a pezzi e ingrassata visto che solo nel cibo trovo quel minimo di energia e ancora non ho il via libera della ginecologa per riprendere a correre e a fare gli addominali.
Insomma aspetto tempi migliori e mi consolo vedendo quanto la mia ienetta interagisca sempre di più con noi.