venerdì 2 settembre 2016

1 anno... Eh sì,un anno

È arrivato il giorno.
1 anno.
1 anno da quei primi segni di dolori,così strani all'inizio da farmi pensare che forse non erano contrazioni ( la donna dell'istinto)
1 anno da quel dolore lancinante che non sapevo gestire perché al corso non abbiamo mai parlato della respirazione.
1 anno da quelle mani che hanno avuto pietà e mi hanno dato la santissima e benedettissima epidurale, l'unica nota positiva in tutto quel dolore.
1 anno da quando l'ostetrica mi ha detto: "signora vedo la testa, è nera!!!!!!" E il marito che impallidendo visibilmente chiede:"nera ? In che senso?" "Ma no, di capelli ".
Ah.
1anno da quando non ti ho potuto stringere tra le braccia, ti ho visto solo il giorno dopo, e secondo me questo distacco è stato l'artefice del tuo bisogno di starmi sempre attaccata, devi aver sofferto molto.
Un anno intenso.pieno.
A volte davvero difficile, ricordo i primi mesi come un incubo.
Ricordo il giorno in cui venne il ragazzo a montare l'allarme e tu piangesti ininterrottamente tanto che a fine serata mi disse che non ce la faceva più...
Le notti, l'angoscia nel sapere che ti saresti svegliata di lì a poco, pensiero che mi causava l'insonnia.
Ma il tuo amore verso di me mi ha a mia volta insegnato ad amarti.
Com'è possibile questo tuo amore così grande? Per me, che a volte non ti ho sopportato, ti ho gridato di smetterla, ti ho allontanato... Il tuo bisogno di stare sempre attaccata di non avere necessità  d'altro, i tuoi sorrisi, i tuoi baci rigorosamente con la lingua, quando con le tue manine mi prendi la faccia e mi slinguazzi ridendo come una matta.
E così ho imparato ad amarti io. Incondizionatamente.
Lo capisco quando vorrei che il treno volasse per portarmi da te, quando tutti i miei utenti sanno che sei una birichina,quando stiamo un'ora attaccate dopo esserci ritrovate e quando faccio tutte le mattine la foto al sedile della macchina per essere sicura che non sei lì, la mia paura più grande di questi mesi.
Non vado oltre perché rischio di diventare ancor più sdolcinata.
Buon compleanno amore mio grande.
Se impari a dormire ti do un centone. Pensaci.