mercoledì 13 luglio 2016

Beach bag con bambini

Non so più da quanti anni non faccia più di tre giorni di mare.
Io l'ho sempre amato, nuotare nelle sue acque mi dà un senso di libertà e benessere difficilmente eguagliabile ma,nello stesso tempo ,sono stata contenta di aver privilegiato negli anni passati mete lontane e impegnative perché sapevo che una volta avuto figli avrei scelto altri tipi di viaggio, almeno nei primi tempi
Così quest'estate per ben sette giorni ce ne stiamo a mollo nelle acque cristalline di Corfù, e ho dovuto organizzarmi per portare tutto l'occorrente.

La mia beachbag non è troppo grande ma assume la forma a secchiello, che la rende capiente senza essere troppo ingombrante.
Pur essendo molto carina e sobria, qualità che apprezzo sempre visto la vistosità di certe borse, non l'ho acquistata ma mi è stata data in dotazione con i solari scelti.
Premessa sui solari: io ho una pelle terribile. Sono bianca cadaverica e soggetta a eritemi che mi provocano forti dolori e fastidi per cui per me la scelta dei solari è fondamentale.
Da anni ormai compro un prodotto specifico che mi ha davvero aiutato e lo dico senza alcuno scopo di marchettata, come sapete.

Si tratta del latte per le intolleranze dell'istituto Esthederm , specifico per chi è soggetto ad intolleranze cutanee. Adattissimo anche per i bambini ed infatti lo uso anche su Sveva alternandola alla crema di Helan protezione 50.
Della stessa linea del latte uso la crema specifica viso avendo anche in questo caso gravi problemi di macchie solari peggiorate con la gravidanza. Per la sera ho anche il dopo sole specifico ma lo tengo in camera da applicare la sera.
Nella comoda sacca di Petit Bateau a righe blu,anche questa regalata dopo aver acquistato il suo unico maglioncino di questa marca ( bellissima ma costosa), oltre ai prodotti presentati, inserisco : 
Un deodorante, non devo spiegare il perché vero? Io uso quello di bioscalin a lunga tenuta, uno spray anti zanzare della Chicco e un olio con protezione 15 della hawaiian per le gambe quando sarò un po' più abituata al sole.
Infine porto un pannolino per il bagno, uno per l'asciutto ,un sacchetto per chiudere un eventuale pannolino sporco e salviettine.
 
In Inghilterra ho comprato da Sainsbury's due buste impermeabili alla modica cifra di 1 pound per ciascuna, una verde e una rosa.
Nella prima metto il costume di Sveva e il pannolino bagnato che poi butterò a casa, nella seconda i libri miei e del marito per evitare che si rovinino toccando qualcosa di bagnato.
Borsellino solo per la spiaggia con pochi spiccioli, porta occhiali, traversina per il cambio, salviettine per ciuccio ma praticamente mai utilizzate perché disinfetto con dell'acqua antibattericha naturale comprata da wholefoods.
Due contenitori ermetici, uno per l'acqua per tenerla al fresco e una contenente frutta e biscotti per merenda.
Un vestitino di cambio per la piccola e infine l'acqua termale di Avene che uso davvero per tutto.
Per il cambio pannolino, evitando d'estate le creme a mio avviso troppo pesanti, per dare sollievo alla pelle di tutta la famiglia, per i puntini di calore della piccola iena, e per pulirle gli occhi.
 Vi ricordate che la scorsa volta vi parlavo dei sui occhi arrossati?ecco pulendogli gli occhi con quest'acqua la situazione è nettamente migliorata!
Per la serie, l'anno prossimo da giugno a settembre compro solo l'acqua e la uso per tutto.
Bene, questa era la mia borsa da spiaggia,  ci sta tutto dentro senza problemi,mancano i salviettoni che metto nel mitico bustone del passeggino e il salvagente che porto io a mano.
Non abbiamo secchiello e paletta perché la spiaggia è fatta di sassi, che usiamo per i nostri primi travasi... Molto meglio per una che mette ancora in bocca tutto evitare di mangiare quintali di sabbia!