martedì 24 novembre 2015

Settimana difficile e corso massaggio

Che settimana terribile!!!
Dopo giorni in cui la piccola iena aveva preso a dormire tutta notte, inspiegabilmente ha cambiato idea andando a letto a volte alle 2, altre volte alzandosi alle 4... Perché? Perché?
Tutti parlano di 'sta  cxxxo di routine ma io non posso dire di aver avuto due giorni uguali, non so se è incapacità mia o mia figlia è un tantino "impegnativa".
Oggi ho toccato l'apice con la iena sveglia dalle 7 di sera fino alle 10 di mattina con forse un'oretta di sonno... Giuro che non pensavo fosse umanamente possibile, capisco fare le ore piccole ma così è una tortura. 
A parte questo piccolo dettaglio, il mese è iniziato con la partecipazione ad un corso massaggi per neonati.
L'esperienza mi piace davvero molto, Sveva è la più piccolina, a volte si stanca o vuole mangiare ma devo dire che non le da fastidio essere toccata e "manipolata", tanto che anche a casa ogni tanto glielo ripropongo.
Il servizio viene offerto dal consultorio del comune, la trovo una bellissima iniziativa.
Ad insegnare le tecniche ci sono un'ostetrica e una psicologa molto brave e in più ho ritrovato tante mamme del corso pre parto e ci scappa sempre una bella chiacchierata!!
L'unica accortezza sta nell'acquisto di un buon olio per massaggi, biologico se possibile, data la delicatezza della pelle dei neonati.
Anche in questo sono stata davvero fortunata visto che una mia cara amica mi ha regalato un fantastico prodotto della linea Provenzali per bebè con cui mi trovo benissimo.

lunedì 23 novembre 2015

Auguri Anna!

Semplicemente auguri amica!!!

giovedì 19 novembre 2015

Biscotti al cioccolato

Giornate uggiose, grigie e nebbiose?? Rallegriamole con dei buonissimi biscotti al cioccolato!

Ingredienti per 25 biscotti circa:
- 200 gr farina 0
- 100 gr zucchero
- 90 gr burro
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- 50 gr cioccolato fondente al 70%

Amalgamate il burro con lo zucchero, aggiungete l'uovo e continuata ad amalgamare. Setacciate la farina con il sale e incorporate al resto dell'impasto, da ultimo aggiungete il  cioccolato a scaglie.
Mettete l'impasto a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti, quindi stendete ad uno spessore di 4 mm e cuocete per circa 15 minuti a 170 gradi in forno gia' caldo .

venerdì 13 novembre 2015

Cena veloce? Lenticchie!

Avete presente quei giorni in cui pur avendo diverse alternative per cena non avete proprio voglia di cucinare? 
Per me oggi e' uno di quelli...ecco allora un'idea veloce e sana!

Ingredienti:
- lenticchie (in scatola o secche)
- pomodori
- carote 
- cipolle

Fate soffriggere la cipolla e i pomodori, aggiungete quindi la carota tagliata a cubetti e per ultime le lenticchie e del brodo o acqua; lasciate sobbollire almeno per 15 minuti.
Se volete potete frullare la zuppa ottenendo cosi una crema di lenticchie.

Le zuppe e le creme sono uno dei miei piatti preferiti per le cene in inverno scaldano e inoltre sono economiche. 

lunedì 9 novembre 2015

Falafel a modo mio

Non mi sembra vero, dopo questi lunghi 9 mesi, ritrovare la voglia di cucinare e sperimentare cibi che non siano pasta e gelato!!
Eppure ieri dopo una bellissima e rilassante giornata, dove la piccola iena stranamente se n'è stata tranquilla e pacifica, ho potuto sfogliare i miei libri di cucina vegetariana e preparare delle buonissime Falafel aggiustate in base a ciò che avevo in casa.
Per chi non lo sapesse si tratta di un piatto di tradizione mediorientale a base di ceci, spesso lo troviamo nei negozi che vendono kebab ma nella mia ricetta ho utilizzato il forno invece che friggerle.
Ormai almeno 10 dei miei pasti alla settimana sono vegetariani e necessitavo di nuovi stimoli per portare un po' di varietà e soprattutto per imparare ad usare i legumi.
Il consiglio è di mangiarle dentro piadine al l'olio di oliva con tante verdure e maionese veg o hummus.
Ecco qui gli ingredienti:
Per 2 persone:
Prezzemolo a piacere
120 g di pistacchi sgusciati
200 di ceci, cotti o in lattina
Mezzo spicchio d'aglio ( facoltativo )
Mezza cipolla( io ho messo il porro)
3 cucchiai di olio evo 
1 cucchiaio di farina meglio se di grano saraceno 
1 cucchiaino di cumino 

Accendo il forno a 190 gradi
Mettete i pistacchi e le erbe aromatiche insieme in un robot da cucina.
Successivamente versate tutti gli altri ingredienti e azionate di nuovo.
L'impasto dovrebbe avere una consistenza grossolana
Formate delle polpette o piccoli burger e metteteli su una teglia ricoperta di carta forno per circa 15 minuti.
Giratele ogni 5 min per avere una cottura  uniforme.
Davvero buone e facili e sane. 
 

giovedì 5 novembre 2015

Co- sleeping... Quando è tua figlia a scegliere

Alcuni mesi fa, quando Sveva se ne stava beata a tirar calci nella pancia, mia madre  e mia sorella hanno unito tutti i punti della fidaty card dell'esselunga per regalarmi il fantastico lettino Next.
La comodità stava nel poterlo agganciare direttamente al letto evitando così di doversi alzare tutte le volte.
Bellissimo, pensavo.
Una buona via di mezzo, poi quando sarà più grande la sposto nel lettino, sarà un passaggio graduale.
L'ottimismo evidentemente non mi porta bene poiché l'unico passaggio che stiamo vivendo è quello  dal next al lettone.
Non c'è niente da fare, ad una certa la sento fare i suoi versetti e la vedo che come un tricheco soffia per lo sforzo di cercare di buttare i piedini nel lettone e non so come si mette di traverso per venire da me.
Prima pensavo fosse solo una questione di fame, ma adesso che, incrociando le dita delle mani e dei piedi, riesce a tirare fino alla mattina presto, capisco che è proprio me che cerca.
Si, perché anche se la metto nel centro del lettone lei si muove fino a quando non mi arriva attaccata, attaccata.Se mi sposto allunga il piedino per sentirmi ,se mi giro di schiena si appiccica come un francobollo per poi prendermi a pugni e sberle quando decide che è ora di mangiare.
Alla fine ha deciso lei, come si trova meglio per dormire e questo mi ha fatto capire che una si può armare dei migliori propositi ma bisogna sempre fare i conti con l'indole della proprio figlio.
E la mia è una piccola cozza.
Io non ero convinta di questa scelta, soprattutto perché ho il terrore di schiacciarla, ma visto che da qualche giorno dormiamo per più ore,se si sveglia le do il ciuccio e non mangia più ogni 2 ore, mi godo questa piacevole tregua con buona pace del next.
Molti scelgono invece il Co- sleeping volontariamente, essendo i neonati i primati con il più lento sviluppo si pensa che sia ancor più fondamentale la vicinanza con la madre, in quanto il corpo materno continua a influenzare e regolare il bambino anche dopo il parto.
Io non sono una seguace di questa filosofia ma un po' come per tanti altri temi legati alla maternità, lascio che sia la realtà e la relazione in itinere con Sveva a indicarmi la strada.
Per ora ci troviamo bene così e non ho intenzione di cambiare ma vediamo il futuro cosa ci riserverà.