giovedì 2 ottobre 2014

Torna Scambiamo!

Sabato 4 e Domenica 5 Ottobre,
presso l'Urban Center (Binario 7)

torna sCambiamo!

la Festa del Baratto e del Riuso

in occasione di Monza EcoFest


Un'edizione al coperto per la Festa che ormai è diventata un appuntamento fisso per la cittadinanza, un'occasione di scambio e incontro!

Nella sala F dell'Urban Center di Monza, dalle 10 alle 19 per tutta la durata dell'Ecofest (sabato 4 e domenica 5 ottobre)sarà possibile scambiare abbigliamento, accessori (scarpe/borse), bigiotteria, giochi (e articoli per l’infanzia in generale), libri e cd/dvd (attenzione: per questa edizione non sono ammessi elettrodomestici, casalinghi e oggettistica in generale). E non solo: grazie alla disponibilità dei Professionisti Solidali si potranno anche barattare prestazioni professionali: da un  intervento sul PC ad una consulenza sul riscaldamento domestico,  dalla gestione del verde in casa a informazioni sull'impianto elettrico e i risparmi in bolletta, per concludere con consigli su lombalgie e cervicalgie, che in autunno normalmente peggiorano.
Una buona pratica tra le tante che Monza EcoFest vuole suggerire a tutti i cittadini che vogliono imparare ad adottare uno stile di vita più sostenibile attraverso corsi, laboratori, incontri e spettacoli. La manifestazione è ideata e curata dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con il Desbri, Distretto di Economia Solidale Monza e Brianza (des.desbri.org).
Tra le altre associazioni che partecipano a “sCambiamo”, collaborando alla realizzazione di questa edizione del baratto: Il Villaggio Globale Bottega del Commercio Equo e Solidale, Operazione Mato Grosso, Il Carretto dell’Usato, Associazione Le Libellule, Associazione MonzaBrianzaIN, Joomla!lombardia.
l funzionamento è il consueto: previa compilazione del modulo di partecipazione (anche scaricabile suhttp://www.scambiamo.org/site/partecipa.html) ogni partecipante può portare i propri oggetti (massimo 5 pezzi) e ricevere in cambio delle monete di legno da utilizzare per "acquistare" i beni esposti. Ogni oggetto vale una moneta e lo scambio non tiene conto del valore economico del bene perché, come hanno spiegato gli organizzatori: "Il valore del bene sta nella sua utilità: ciò che a me non serve più e giace inutilizzato nella mia cantina può essere interessante per qualcun altro e viceversa. In questo modo l'oggetto non viene gettato nella spazzatura e contribuisco alla riduzione dei rifiuti".

NB Ti consigliamo di stampare e compilare il modulo di partecipazione a casa! Lo trovi su:

Sito internet dell’evento: www.scambiamo.org