lunedì 5 maggio 2014

Riflessioni sulle diete...

Ultimamente sto scrivendo poco perchè sto rivoltando la mia casetta come un calzino,ho deciso di diventare una persona ordinata... o almeno ci provo.
Nelle restanti ore in cui guardo il mondo ho notato che qualcosa intorno a me è cambiato:
Sono tutti a dieta.
Gente che prima si scofanava pizzoccheri e cheesecake come se non ci fosse un domani adesso rifuta di uscire al ristorante per evitare tentazioni e si porta dietro il finocchio crudo ruminando continuamente e giurando che non c'è nulla di meglio al mondo.
Sui giornali le nuove diete spopolano e l'occasione per scrivere questo post nasce proporio dall'aver notato quanto siano diventate pericolose e stupide.
Ci sono le diete iperproteiche che promuovono un uso sconsiderato di carne anche se è ormai mondialmente riconosciuto l'importanza di ridurla, poi si passa a quelle in cui bevi solo frullati, quelle crudiste e quelle in cui ogni volta che pranzi devi avere a portata  di mano la calcolatrice perchè devi misurare tutto
Ma perchè non siamo più capaci di avere un sano equilibrio? perchè passiamo l'inverno a fagocitare tutto quello che ci passa sotto mano e al primo raggio di sole ci puniamo così severamente?
Io adoro il cibo, adoro mangiare e mi piace cucinare.
I pranzi e le cene sono dei momenti in cui condividere il cibo con chi si ama, amici o famigliari, oppure un modo per coccolarsi quando si è soli.
Non ha nulla a che vedere nè con l'ingozzarsi senza avere rispetto per la propria salute nè con il punirsi perdendo il piacere del buon cibo..
Più la dieta è dura, più è facile abbandonarla... questo almeno è quello che penso io perchè è impossobile e malsano vivere così male ciò che ci nutre.

La dieta mediterranea, così tanto osannata, sembra ormai un lontano miraggio anche per noi italiani. la pasta è ormai bandita dalla maggior parte delle diete così come tutti i " carboidrati" ... tra l'altro quanto è odioso ridurre tutto a proteine e carboidrati?
Trovo che tutto questo sia stupido e pericoloso.
Con quest peròo non voglio dare consigli a nessuno, non ho trucchi magici, nè competenze tecniche per parlare di diete, è semplicemente una rilessione antropologica sull'uomo occidentale  che mi piacerebbe approfondire per capire come  vivere il cibo come un puro piacere che dona salute, forza e bellezza.








( immagini da internet)