venerdì 30 agosto 2013

Polpo con patate...insolito e innovativo.

Questa sera la mia cena sarà:

un' insalata di polpo e patate, ma fatta in modo un pò diverso dal solito, ecco la ricetta.

Ingredienti per 4 persone:
- 1 polpo di circa 1kg 
- 800 gr di patatine novelle
- mezzo spicchio di aglio
- 2 dl di olio di oliva extravergine 
- 1 spicchio di limone (a chi piace) 
- 15- 20 foglie di basilico

Tagliare le patate a tocchetti non molto grandi, metterle nella pentola a pressione insieme al polpo, cuocere il tutto per circa 20 minuti. 
Nel frattempo pelate uno spicchio di aglio e dopo averlo tagliato a metà strofinatene una parte sul fondo di una ciotola (abbastanza grande per contenere tutto il polpo e le patate).
Una volta che il polpo e le patate sono cotti, tagliate il polpo e mettete il tutto nella ciotola, a questo punto se vi piace condite con il limone.
Quindi preparate una salsina simile al pesto, ovvero frullate le foglie di basilico con l'olio e  una volta che la salsa sarà pronta versatela sul polpo e lasciate insaporire circa 1 ora prima di gustare!

mercoledì 28 agosto 2013

Le mie vacanze nelle Marche: gli acquisti.

Come vi ho raccontato in precedenza quest'anno ho trascorso una settimana di vacanza nelle Marche, a Porto Sant'Elpidio....oggi voglio raccontarvi i miei acquisti.

La premessa da sapere è che vado pazza per le scarpe.... quindi non potevo farmi sfuggire degli acquisti in questo campo, oltretutto nella regione italiana dove la produzione delle scarpe è un settore artigianale molto rinomato.

Vi presento quindi i miei acquisti fatti al mercato della calzatura che si teneva per svariati giovedì sera nel centro di Porto Sant'Elpidio:





E poi ho acquistato anche dei meravigliosi orecchini artigianali, ringrazio ancora le creatrice di questi gioielli, dato che mi ha venduto la sua copia!

sabato 24 agosto 2013

La mia pisaladière vegetariana

Eccovi una ricetta vegetariana che prende spunto da un piatto proposto da un mio mito culinario Csaba Dalla Zorza... diciamo uno dei pochi che non richiede ingredienti costosi.
Ho usato la pasta sfoglia già pronta, proprio non ce la facevo a tornare a casa e preparararla, il lavoro mi sta  prosciugando e appena ho un minuto libero lo dedico a stendere, lavare e stirare visto l'imminente partenza.

Ma veniamo a noi, la pisaladiere è una piatto che si prepara con la pasta della pizza, cipolle, pomodori, acciughe, capperi e olive.
é un piatto tipico del sud della Francia e ha tutti i profumi dell' estate, io ho sostituito le acciughe con la ricotta e la pasta della pizza con quella sfoglia ed è venuta altrettanto buona.
 Stendo la pasta in una pirofila, la faccio aderire bene e bucherello il fondo con una forchetta.
Accendo il forno a 180°.
Rivesto la sfoglia con carta forno e dei ceci secchi e quando il forno raggiunge la temperatura, inserisco la pirofila per 10min.
Tolgo dal forno, elimino la carta e i ceci e la rimetto in forno per altri 10 minuti., poi lascio riposare.
Taglio le cipolle ( ne basta una grande) e le lascio stufare con un po'd'olio ev e qualche foglia di timo coprendo la pentola, la cipolla deve solo diventare morbida perchè continerà la sua cottura in forno.
Amalgamo le cipolle stufate con la ricotta, i pomodorini tagliati,e le olive.
Metto la crema sulla sfoglia e rimetto tutto in forno per 15 minuti.
 P.S io ho usato il basilico invece del timo.


domenica 18 agosto 2013

la mia idea di vacanza....

Innanzitutto perdonate la mia latitanza ma in questi giorni la voglia di fare mi ha completamente abbandonato, non ho novità da condividere...
Il lavoro mi ha assorbito tantissimo, il caldo mi ha prosciugato e la stanchezza non mi ha mai abbandonato.
Inutile dire che appena arrivavo a casa, dopo aver curato le tartarughe dei miei nipoti e annaffiato le piante dei miei ( erano tutti in vacanza), mi sorprendevo a sognare mete lontane.
All'inizio avevamo deciso per una tranquilla vacanza in Grecia ma non  mi sentivo entusiasta, non fraintendetemi  è un paese bellissimo ma avevo voglia di conoscere mondi esotici , culture e filosofie di vita diverse.
Il problema riguardava anche il fattore economico, non volevamo spendere tanti soldi .. così girovagando tra le varie offerte abbiamo trovato  il paese giusto per noi : la Thailandia.
 Eravamo orientati sulla Malesia o sulla Cambogia ma i voli erano molto più costosi, così la Thailandia ci è sembrato un buon compromesso: di sicuro   più turistica ma economica e pochi problemi per girarla zaino in spalla come piace a noi.
Hotel e guesthouse costano davvero poco e non vedo l'ora di perdermi tra i templi buddisti, la natura selvaggia e la frenesia della capitale.
Purtroppo mancano ancora due settimane e non sto più nella pelle, meno male che devo preparare tutto il percorso e attrezzarmi a dovere!!
Se qualcuno a  consiglii da darmi ne sarei felicissima...

venerdì 16 agosto 2013

Leggere fa bene alla mente: 3° consiglio

Tra la mia pila di libri c'è anche "Grom storia di un'amicizia, qualche gelato e molti fiori" di Federico Grom e Guido Marinetti.

Il libro racconta della nascita della catena di gelaterie Grom, con la prefazione di Carlo Petrini, presidente di Slow Food.


Buona lettura rinfrescante!

giovedì 8 agosto 2013

Vacanze in tempo di crisi

Ci sarà anche la crisi, ma io alle vacanze non rinuncio...certo solo una settimana, ma il mare lo vedo!
Dato che non volevo spendere molto, e data l'esperienza positiva dello scorso anno, ho deciso di trascorrere una settimana in campeggio, ma in un bungalow nelle Marche.
Ero già stata anni fa, (ormai 10!!!!) nelle Marche, questa volta la destinazione è Porto Sant' Elpidio, trovo che per trovare un mare bello e per divertirsi non bisogna per forza andare all'estero e inoltre questo è anche un modo per conoscere meglio la propria nazione.
Confrontando poi su internet i vari prezzi di hotel e altre strutture si nota che scegliendo di andare in campeggio/bungalow si risparmia molto...io ho risparmiato la metà!!!
E' vero che se si sceglie il campeggio bisogna portare un sacco di cose che in albergo si trovano comprese nel prezzo (es. biancheria da bagno, biancheria da cucina, detersivo etc) e che non si sarà di certo serviti a tavola, ma bisognerà mettersi ai fornelli, ma secondo me se si è giovani o si hanno bambini questa soluzione è ottima perchè si evitano imposizioni di orari e avendo dei bambini anche se fanno i capricci non disturbano (quasi) nessuno.
E poi si può sempre decidere di usare i soldi risparmiati per qualche cena o per qualche acquisto di oggetti tipici!

Quindi perchè non provare????
Vi terrò aggiornati sulla mia vacanza in due in un bungalow di 15 metri quadri!!!!


lunedì 5 agosto 2013

Voglia di sapori nuovi, voglia di Cuscus

Ho scoperto da poco il Cuscus, sempre grazie a mia madre, devo dire che lo adoro ed è una buona alternativa alla solita pasta.
Ho preso un po' di verdure che avevo in casa, pomodori, zucchine, melanzane, cipolle di tropeae le ho saltate nel wok, il Cuscus invecesi prepara così:
250g di cuscus
270 di acqua bollente
3 cucchiai di olio d'oliva
scaldo in una pentola l'olio aggiungo il cuscus e mescolo per 1 o 2minuti, verso l'acqua bollente e un pizzico di sale.
Mescolo per evitare di fare i grumi copro e lascio riposare per 5 minuti. Altrimenti potete seguire le istruzioni riportate sulla confezione.
Così stasera chiudendo gli occhi mi immaginerò in Sicilia, in Tunisia o in Marocco invece che in un mini appartamento brianzolo a sudare.. ovviamente per aiutarmi distribuirò nel mio patto delle foglie di menta, speriamo di ricreare l'illusione!

domenica 4 agosto 2013

Aggiornamenti sulla salvia

Ricordate lo stato della mia salvia????

Rimetto la foto

Ecco la mia salvia appena fotografata (in compagnia del basilico)


Grazie all'antiparassitario naturale a base di aglio sono spariti i puntini bianchi e anche il basilico ne ha giovato infatti è molto più folto e le foglie non sono più bucherellate dagli smangiucchiamenti degli animaletti.

Sono proprio orgogliosa del mio mini orto, anzi mini vaso aromatico!

sabato 3 agosto 2013

Una pila di.....


Volevo solo presentarvi la mia pila di libri per l'estate!!!!!

Moda cheap and chic Estate 2013

Noto con immenso piacere che la moda sta diventando sempre più accessibile... almeno ci prova.
Da quando varie starlette hanno iniziato a mixare capi di alta moda a pezzi più economici o da quando Kate Middelton ci ha fatto sapere che si può essere trendy anche con un vestitino di Zara, vestirsi bene e con un certo stile non è più un problema.
Quest'estate per essere alla moda basta veramente poco, per esempio, un bel paio di espadrillas!!! non potete capire la mia felicità quando ho rivisto sulle varie riviste patinate il loro ritorno! da bambina ne avrò fatte fuori almeno 10  paia... l'unica cosa che mi lascia perplessa è il prezzo di alcuni modelli firmati da vari stilisti, ma chi compra un paio di scarpe in corda a più di 300euro? va bè, ridicoli...
I cappelli di paglia, soprattutto se come forma ricordano il "Panama" sono un altro must have degno di nota, meglio ancora se trovate un vero Panama nell'armadio del vostro papà ...
Io punto molto su i long dress o gonne lunghe che si trovano anche in questo caso di tutti i prezzi e di tutti i tipi... non ultimo,il ritorno del costume intero, vedrò se tra mia mamma e mia sorella ne abbiamo conservato qualcuno, altrimenti ne farò a meno.. il bikini resta un ever green.
In attesa del mese prossimo, quando finalmente andrò in ferie, non mi resta che godermi per un ultimo giorno la mia cagnolina, sì perchè domani la belva se ne và due settimane in montagna con i miei genitori, primo caso in Italia di cane che abbandona i padroni per andare in vacanza..



venerdì 2 agosto 2013

Yogurt al caffè


Come sapete ho una yogurtiera/formaggiera con la quale mi preparo deliziosi yogurt home made, ecco la ricetta per lo yogurt al caffè:



700 ml di latte intero a lunga conservazione


30 gr di latte in polvere


1 vasetto di yogurt naturale intero


50 gr di zucchero


3 cucchiai di caffè (se volete che il gusto sia più deciso mettetene di più)

Il procedimento è molto facile: bisogna versare gli ingredienti, uno alla volta e nell'ordine indicato,  in un recipiente e mescolare finchè il composto sia omogeneo con una frusta o un mixer.
Quindi versare nei vasetti e mettere, scoperti, nella yogurtiera per 10 ore.




Al termine delle 10 ore lo yogurt è pronto, chiudete i vasetti con i coperchi e mettete in frigor per una notte dopodichè gustatevi pure il vostro yogurt!