venerdì 28 giugno 2013

... e per farmi perdonare cheesecake, più light che si può!!

Mi sentivo davvero in colpa per aver postato la pasta al sugo Lunedì, anche se è quello che realmente ho mangiato... così ho deciso di postare una torta facilissima e adatta all'estate, vedrete che non potrete più farne a meno e se la portate ad una cena con amici farete un figurone ( almeno per me è stato così), ecco la ricetta:

Ingredienti:
100g di burro
2 uova
250 g biscotti digestive
400 di ricotta
60g di zucchero fine
4 cucchiai di yogurt greco
3 cucchiaini di succo di limone
frutta che preferisci per guarnire.
Svolgimento:
faccio fondere il burro in un pentolino, quando è sciolto lo metto in un mixer insieme ai biscotti spezzati e aziono fino ad ottenere un effetto sabbietta.
prendo la sabbietta , copro il fondo di una tortiera e lo metto un po' in frigo.
intanto mischio con un cucchiaio la ricotta con le uova, lo yogurt il limone, lo zucchero.
accendo il forno a 190° e quando è a temperatura, tiro fuori la tortiera, ci spalmo sopra la crema di formaggio e inforno per circa 13 min.
quando la tiro fuori aspetto che si raffredda e poi la tengo in frigo per almeno 3-4 ore.
prima di servirla guarnisco con frutta.
Consiglio in più, se usate le fragole, tagliale e falle macerare in una ciotola con limone e zucchero così sono più buone.

La vera cheese cake newyorkese è molto più calorica, così invece con lo yogurt greco e la ricotta le calorie si abbassano decisamente.

I frutti di bosco restano costosi, potete scegliere altra frutta e altra guarnizione.
Mi sono fatta perdonare?? spero di sì, vi posto anche la foto.

lunedì 24 giugno 2013

Pigro meatless monday: pasta al pomodoro fresco.

Uhmm oggi non ho proprio voglia di spignattare in cucina: ho sistemato casa, preparato il dentrificio e tentato invano di improvvisarmi idraulico... fortuna che per uno dei miei piatti preferiti devo solo aspettare che la pasta ci metta il suo tempo a cuocere e preparare il sugo in questo modo:
Pomodorini ciliegia ( fate voi a secondo del numero dei commensali), olio sale e foglie di basilico... frullate tutto a crudo e buttate sulla pasta!! oggi va semplice così... ma tornerò presto con ricette più originali... perdonate la semplicità!!

sabato 22 giugno 2013

Latte di mandorle e... alcune amare considerazioni.

Oggi io e Anna siamo riuscite a trovarci per autoprodurre il latte di mandorle....una bevanda molto dissetante e sana.

Abbiamo seguito la ricetta di Stefania Rossini, aggiustandola a seconda del nostro gusto, ecco dosi e procedimento:

- 200 grammi di mandorle (spelate)
- 1200 ml di acqua


Abbiamo messo le mandorle in un frullatore e abbiamo aggiunto l'acqua, attenzione alle dimensioni del vostro frullatore, consigliamo di frullare le mandorle con 500 ml di acqua e aggiungere poi l'altra, a meno che non abbiate un frullatore moooooolto grande!
Una volta frullato il tutto abbiamo fatto riposare il composto per 2-3 orette, quindi abbiamo filtrato separando il latte dal rimasuglio di mandorle (con il quale si possono fare torte e biscotti o altri piatti).


Ecco il nostro latte di mandorle...e le bellissime bottiglie di vetro (quindi riutilizzabile e reciclabili) grazie Anna!







A seconda del nostro gusto abbiamo messo 700 ml di acqua (al posto di 1200 ml), perchè il gusto ci sembrava insapore.


Al termine del pomeriggio io e Anna abbiamo però avuto lo stesso pensiero: "Che fatica e quanto tempo per ottenere circa 500 ml di latte di mandorle!",sì perchè quello che abbiamo ottenuto è circa un litro di latte di mandorle (con 2 preparazioni)!

E allora la nostra amara riflessione: alcune volte comprare al supermarket cosa meno che autoprodurre.
Ed ecco le motivazioni che ci hanno portato a questa riflessione:
- le mandorle (250 gr) costano dai 4 a 6 euro;
- ci vogliono circa 3 ore per avere il prodotto finito;
- si sporca un pochino la cucina.....

ed invece il latte di mandorle in commercio va dai 2,50 euro ai 3,50 euro al litro!

Se avete idee contrastanti non esitate ad esprimervi!

Chiara ed Anna.

martedì 18 giugno 2013

Itinerari in bicicletta: lungo il fiume Adda

Data la mia passione per la bicicletta ho deciso di creare una piccola "rubrica" tramite cui condividere i percorsi ciclabili e non (nel senso che io uso la bici da corsa e vado sulla strada) della Brianza....perchè non c'è miglior antistress dell'attività fisica!

Ecco il primo percorso: lungo il fiume Adda, la pista ciclabile da Trezzo a Brivio.

difficoltà: bassa
tipo di bicicletta: mountain bike o city bike
percorso: percorso ciclabile sterrata lungo il fiume Adda
lunghezza: circa 15 km

Il percorso scorre lungo il fiume Adda, si tratta di un sentiero sterrato (non è ad uso esclusivo delle biciclette) che permette di vedere il paesaggio dell'Adda, si transita per le sponde di tutti i paesi toccati dal fiume e si ha la possibilità di fermarsi per visitare l'ecomuseo di Leonardo e di percorrere un tratto di fiume con il traghetto ideato da Leonardo, che si muove grazie alla corrente d'acqua.

Da incosciente quale sono, ne ho percorso una parte con la bicicletta da corsa..esperienza non consigliata perchè il percorso non è adatto a questa tipologia di bici.. ma fortunatamente ne sono uscita indenne e senza forature!





Ecco due immagini del fiume Adda e del traghetto ideato da Leonardo.

Buona passeggiata a tutti!

lunedì 17 giugno 2013

IV Meatless Monday con Chiaretta!! Panzanella Toscana

Finalmente dopo più di un mese riesco  a passare del tempo con la mia adorata Chiaretta!!
E visto che capita di lunedì si cucca la serata vegana e la mia Panzanella.
Il  piatto l'ho assaggiato durante le mie vacanze toscane e mi è piaciuto talmente tanto che ho voluto subito riproporlo a casa ed è adattissimo a queste serate torride perchè è composto per lo più da verdura freschissima e dal pane raffermo( un ottimo modo per riciclarlo).
Dunque una ricetta sana, che promuove il riciclo ed è un piatto veramente povero...cosa posso chiedere di più?
Ecco la ricetta:
Pane raffermo, quanto ne avete( almeno 1/4 di pagnotta tipo alta mura o 8 fettedi pane)
pomodorini 500g
1 cetriolo
1 cipolla rossa
100g di olive nere
capperi se vi piacciono (50g)
basilico
4 cucchiai di aceto, meglio rosso ma io oggi avevo il bianco.
100ml di olio d'oliva
sale e pepe.

Unire 250ml di acqua con l'olio eaceto.
Spezzettare il pane in una ciotola capiente e versare sopra il composto liquido.
Tagliare tutte le verdure, io le ho tagliate piccole ma va a gusti.
Unire bene tutti gli ingredienti, salare e pepare a piacere, lasciate riposare per un'ora prima di sevire aggiungendo un filo d'olio!

Adoro questo piatto, se chiudo gli occhi mi sembra di essere nella mia amata maremma.. ovviamente ci sono diverse variazioni sulla panzanella, la mia diciamo è la ricetta base ma ci si può davvero sbizzarrire.
Spero che piaccia ai miei commensali... buona serata a tutti!!
la foto la metterò in seguito causa problemi tecnici.

sabato 15 giugno 2013

Scopri nuovi blog!

Girly Bike - Scopri nuovi blog


Una bellissima iniziativa per conoscere altri blog, partendo da uno dei nostri blog preferiti: Girly bike, che uniscela bicicletta, tema molto caro alla Chiaretta in chiave very chic, come piace a me!!

Di ritorno dalla Spagna..

Eccomi di nuovo!!
scusatemi per l'assenza... perido denso di impegni! Settimana scorsa sono stata al matrimonio di due carissimi amici, si sono sposati a Segovia una bellissima cittadina vicino a Madrid.
Dopo quest' esperienza posso dire che la Spagna è veramente una meta low cost, soprattutto per quanto riguarda il cibo: basta ordinare una birra e ti portano subito le  "Tapas" ossia qualcosa da stuzzicare per non bere a stomaco vuoto. L'unico problema è che qui essere vegetariani è un' impresa, la carne è presente ovunque e anche quando vorresti una semplice insalata ti ritrovi a dover mangiare uova o tonno.. a parte questo piccolo problema penso che sia veramente un paese da conoscere.
Erano secoli che volevo vedere il quadro di Picasso " la Guernica" ed ho potuto farlo senza sborsare neanche un centesimo, l'entrata al museo è gratis ed io trovo questa scelta rivelatrice di un profondo amore per la propria cultura che è veramente alla portata di tutti... bellissimo!!

giovedì 13 giugno 2013

Pane dolce tipo pan brioche

Scusate la latitanza....tanti impegni di lavoro ed extra non mi han permesso di scrivere...ora però eccomi qui a condividere con voi una nuova ricetta realizzata grazie alla mia macchina del pane...un fantastico pane dolce, ottimo per colazione! Ho provato a conservarlo nei sacchetti di plastica tipo pane a cassetta e per ora funziona, è ancora morbido e fragrante dopo 7 giorni....

dosi per 500 gr di pane:
- uova sbattute 100 gr (2 uova);
- burro ammorbidito 115 gr;
- sale 1 cucchiaino;
- zucchero 2 cucchiai e 1/2;
- latte 55 ml;
- farina T55 280 gr;
- lievito 1 cucchiaino e 1/2.


mercoledì 5 giugno 2013

Maschera depurativa per il viso

Questa ricetta di bellezza è dedicata alla cara Roby.....

Questa maschera è ottima per pelli grasse, con punti neri o con foruncoli.
Ecco gli ingredienti:
- 20 gr di miele di Corbezzolo o di Acacia;
- 1 cucchiaio di succo di limone fresco appena spremuto;
- 1 cucchiaio di infuso di rosmarino.

Per prima cosa bisogna ottenere l'infuso di rosmarino, mettere a bollire dell'acqua e immergervi delle foglie fresche di rosmarino, far bollire e lasciare raffreddare, quindi filtrare l'infuso.

Amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema spalmabile che va tenuta sul viso per circa 30- 40 minuti, quindi risciacquare con acqua tiepida.

lunedì 3 giugno 2013

III meatless monday

Oggi per me è proprio una brutta giornata... non sono molto in vena nè di cucinare nè di mangiare, quindi oggi non so proprio cosa mi preparerò.
Quello che so è che uno dei piatti che mi piace di più e che spesso mi raddrizza la giornata è la mia adorata focaccia con le cipolle!!
Ecco per voi la ricetta e l'augurio di una giornata migliore della mia:
350 g di farina ( io uso metà farina 0 e metà kamut)
1 cucchiaio di sale
300ml circa di acqua
1 cipolla grande o 2 piccole( io preferisco quelle rosse o i cipollotti freschi)
olio
 Qualsiasi lievito usate seguite le sue istruzioni, ormai ce ne sono tanti e anche io li cambio spesso.


Accendo il forno a 230°C
Taglio le cipolle e le passo in padella con un po' d'olio giusto per ammorbidirle un po'.
Impastate a mano gli altri ingredienti o se l'avete usate l'impastatore, alcuni lieviti richiedono l'aggiunta di un cucchiaino di zucchero. Lasciate lievitare per 75 min o seguendo le indicazioni del lievito.

Riprendete l'impasto lievitato, impastate ancora un minuto poi stendete, io la stendo su un foglio di carta forno e poi la metto in teglia bucherellando la superfice con forchetta e inforno magari ci acciungo un filo d'olio.
Dopo 8 min tolgo la teglia dal forno, chiudendolo e lasciandolo acceso, aggiungo le cipolle sulla focaccia e rimetto in forno per altri 7 min... buonissima!