sabato 22 giugno 2013

Latte di mandorle e... alcune amare considerazioni.

Oggi io e Anna siamo riuscite a trovarci per autoprodurre il latte di mandorle....una bevanda molto dissetante e sana.

Abbiamo seguito la ricetta di Stefania Rossini, aggiustandola a seconda del nostro gusto, ecco dosi e procedimento:

- 200 grammi di mandorle (spelate)
- 1200 ml di acqua


Abbiamo messo le mandorle in un frullatore e abbiamo aggiunto l'acqua, attenzione alle dimensioni del vostro frullatore, consigliamo di frullare le mandorle con 500 ml di acqua e aggiungere poi l'altra, a meno che non abbiate un frullatore moooooolto grande!
Una volta frullato il tutto abbiamo fatto riposare il composto per 2-3 orette, quindi abbiamo filtrato separando il latte dal rimasuglio di mandorle (con il quale si possono fare torte e biscotti o altri piatti).


Ecco il nostro latte di mandorle...e le bellissime bottiglie di vetro (quindi riutilizzabile e reciclabili) grazie Anna!







A seconda del nostro gusto abbiamo messo 700 ml di acqua (al posto di 1200 ml), perchè il gusto ci sembrava insapore.


Al termine del pomeriggio io e Anna abbiamo però avuto lo stesso pensiero: "Che fatica e quanto tempo per ottenere circa 500 ml di latte di mandorle!",sì perchè quello che abbiamo ottenuto è circa un litro di latte di mandorle (con 2 preparazioni)!

E allora la nostra amara riflessione: alcune volte comprare al supermarket cosa meno che autoprodurre.
Ed ecco le motivazioni che ci hanno portato a questa riflessione:
- le mandorle (250 gr) costano dai 4 a 6 euro;
- ci vogliono circa 3 ore per avere il prodotto finito;
- si sporca un pochino la cucina.....

ed invece il latte di mandorle in commercio va dai 2,50 euro ai 3,50 euro al litro!

Se avete idee contrastanti non esitate ad esprimervi!

Chiara ed Anna.